Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

IL TERZO SETTORE

VERSO LA NUOVA LEGGE REGIONALE SUL TERZO SETTORE IN FVG – CONTRIBUTI PERVENUTI

 

 

Tatiana Fund odv

 

La forma di rappresentanza attuale è obsoleta

Società Filarmonica Valeriano

 

“Non ritengo demagogico credere che ogni giovane donna o uomo cresciuti nel volontariato diventeranno sicuramente cittadini migliori.”

Accademia musicale Città di Palmanova

 

Sostenere il “non profit” e distinguerlo nettamente dal “profit”

Associazione Amici di Totò ODV

 

“sostenere le realtà minori, meno strutturate o non in grado di accedere/iscriversi al RUNTS”

Anteas Udinese Bassa Friulana

 

“programmazione effettiva privilegiando la lettura condivisa dei problemi”

U.n.i.t.a.l.s.i sezioneTriveneta

 

“Assoluta necessità di semplificazione contabile e burocratica”

ANTEAS Regione FVG ODV

 

” (…) co-programmazione e co-progettazione. Per funzionare questi processi devono essere: semplici nelle modalità e nei meccanismi di accesso; agili dal punto di vista della documentazione; prevedere una condivisione a tutti i livelli (bisogni, priorità, azioni).”

A.I.S.A. – FVG. ODV

 

” Prevedere forme di sostegno alle piccole associazioni per adeguarsi a quanto previsto dal Codice Terzo Settore”

Solidal&voluzione

 

” Accostamento diretto della Regione, nel supporto alle organizzazioni di OdV”

Associazione Fondiaria Valle dell’Erbezzo

 

” incrementare la presenza di facilitatori che conoscono bene i territori, organizzare tavoli di confronto territoriali a livelli adeguati”

Associazione Il Gattile odv

 

“Nei rapporti tra enti e PP.AA. si richiede in termini di servizi un maggiore automatismo nelle procedure da parte dei singoli uffici regionali”

Associazione Italiana Celicahia FVG APS

 

“Sarebbe auspicabile un meccanismo automatico di consultazione delle associazioni nella programmazione di attività “

Associazione Nazionale Alpini
Sezione di Gorizia

 

“Riflessione sulla atipicità delle Associazioni d’arma”

Comune di Prata di Pordenone

 

“Diffusione della conoscenza del codice del terzo settore e la sua applicazione, sia da parte degli ETS che dei Comuni e PA”

Associazione L’Arca della Pace

 

“non abbandonare le piccole associazioni che hanno difficoltà ad aderire alla Riforma”

Legacoopsociali Fvg

 

“L’attenzione deve essere rivolta allo sviluppo della democrazia partecipata e, contemporaneamente, alla semplificazione delle procedure”

Libero cittadino

 

“semplificare la gestione burocratica ed economica realizzare reti reali tra il pubblico ed il privato”

AZZURRA MALATTIE RARE ETS ODV

 

“Si ritiene che la legge regionale debba riconoscere tutte le altre forme di «cittadinanza attiva», al di là di quelle previste dal Codice del Terzo settore in quanto tutte espressione della partecipazione attiva dei cittadini alla società”

ASSOCIAZIONE “ARMONIE”

 

“L’ostacolo più elevato è dato dalla burocrazia (…). Un’agevolazione dovrebbe essere prevista per le piccolissime realtà, non tanto negli schemi di bilancio quanto nell’attivare una rete di professionisti convenzionati che possano prestare il servizio ad un prezzo calmierato”

MOVI FVG

 

“Dovremo costruire un organismo di dialogo a livello regionale tra terzo Settore e Regione che potrebbe essere un “Consiglio regionale del terzo Settore””

Skip to content