Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

IL TERZO SETTORE

COS’È IL TERZO SETTORE

 

L’economia e la società si sono storicamente sviluppate attorno a due poli: l’iniziativa dello Stato e del settore pubblico allargato, volta a fornire beni e servizi necessari alla collettività secondo una visione paternalistica (dall’alto verso il basso), e il mercato, ovvero l’azione delle imprese e degli individui che, perseguendo il proprio profitto, contribuiscono indirettamente allo sviluppo economico e sociale della collettività. Dagli albori del secolo scorso ha cominciato a svilupparsi in maniera sempre più netta e quantitativamente rilevante una terza via: un’iniziativa che parte dalla società, da soggetti privati, non però da singoli individui che perseguono i propri interessi, ma da gruppi sociali che danno voce insieme a finalità collettive con modalità spesso innovative. Una realtà nuova, ma dal cuore antico, che affonda le sue profonde radici storiche nei movimenti cooperativi, nei gruppi di mutuo soccorso, nelle più antiche esperienze di volontariato e di assistenza privata (pensiamo ad esempio al fenomeno delle Misericordie, delle Opere Pie, dei Monti di Pietà, degli Ospedali Maggiori) e che si è andata sviluppando in maniera sempre più varia e multiforme. Dal 1978 in poi, questa realtà  ha cominciato ad essere denominata Terzo Settore (fu la Comunità economica europea a coniare il neologismo), per marcarne la profonda differenza con il mercato e con l’intervento economico pubblico.

Nel 2017 viene approvata in Italia la Riforma del terzo settore (D.lgs. 117/2017), una legge quadro che riconosce il comparto, definendone caratteristiche e ruolo.

Skip to content