Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

Notizie, idee e strumenti della società civile
e solidale del Friuli Venezia Giulia

IL TERZO SETTORE

I VALORI DEL TERZO SETTORE

Solidarietà, responsabilità, partecipazione, centralità della persona, equità e giustizia. Il Terzo Settore, pur essendo una galassia di esperienze e attività molto differenti, si riconosce in alcuni principi di fondo che accomunano e orientano la sua azione. Il riferimento più autorevole e universale resta senza dubbio la Costituzione Italiana, con i suoi principi sanciti nei primi articoli, letta con un punto di vista significativo la repubblica siamo anche noi, anche i cittadini e le loro formazioni sociali, al fianco delle istituzioni, delle Pubbliche amministrazioni,  delle realtà produttive e del lavoro. I cittadini che partecipano attivamente alla gestione del bene comune e realizzano attività di interesse generale complementari e integrative dell’azione degli altri due settori (stato e mercato).

Impegnarsi nel Terzo Settore è dunque un modo di essere cittadini, che esalta talvolta gli aspetti mutualistici e il primato del lavoro sul capitale, altre volte il volontariato e lo spendersi gratuitamente per gli altri, altre volte il coinvolgimento diretto di soggetti svantaggiati oppure il perseguimento di particolari finalità e bisogni sociali e territoriali che né il pubblico né l’impresa “profit” sono in grado di intercettare.

Un mondo così variegato che fino al 2016 la stessa legislazione italiana ha rinunciato a definirne i confini con precisione. Solo con la legge delega per la riforma del Terzo Settore, la n. 106 del 2016, il comparto è stato definito come “il complesso degli enti privati costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale e che, in attuazione del principio di sussidiarietà e in coerenza con i rispettivi Statuti e Atti costitutivi, promuovono e realizzano attività di interesse generale, mediante forme di azione volontaria e gratuita o di mutualità o di produzione e scambio di beni e servizi”.

Skip to content